logotype
26 -May -2017 - 22:47

Monte Beigua 15 km

Beigua Epic Ride 15 km di discesa

Stato : Italia (Liguria)
Partenza : Arenzano (campo sportivo)
Arrivo : Arenzano (campo sportivo)
Km : 45
Tipo : All-mountain epic ride
difficoltà tecnica : alta
impegno fisico : alto
dislivello : 1450 m
altezza max raggiunta : 1173 m
Periodo consigliato : tutto l'anno in assenza di neve

TRACCIA GPS: download GPX file

FOTOGALLERY: download galleria

DESCRIZIONE : Giro epico intorno al massiccio del Monte Beigua, caratterizzato da panorami incredibili, dove svoltando semplicemente lo sguardo, si spazia dal mar ligure alle Alpi. Una lunga e piacevolissima ( vento a parte i alcune occsioni) risalita conduce ad un ottimo rifugio, proprio sotto la vetta del Beigua. Da qui comincia un lungissimo passaggio lungo l'Alta Via dei monti liguri, fino al rigugio Argentea. Da qui il singletrack di 15 Km (da qui il nome della gita) che riporta al mare.

Sopra arenzano

COME ARRIVARE: Autostrada Genova-Ventimiglia, uscita Arenzano. Subito fuori dal casello girare a destra (direzione "Cogoleto") seguendo la strada principale (Aurelia) che sale leggermente diritta per 400 metri, scollina e inizia a scendere sulla sinistra (evitare strada minore sulla destra) con 4 curve per proseguire poi in discesa verso il mare con un lungo rettilineo. In fondo al rettilineo, prima del curvone verso destra svoltare a sinistra verso il campo da calcio, ben visibile. Dal casello dell'autostrada non sono più di 1,5 Km.


ROADBOOK (by Pietro Lamiani ): Dal parcheggio del campo da calcio (WP1) prendere il lungo rettilineo dell’Aurelia fino a Cogoleto. All’inizio del paese, prima della chiesa, imboccare sulla destra Via 30 ottobre 1943 (WP2). Proseguire fino a poco prima della stazione, a sinistra in salita in via Recagno, passare sul cavalcavia e proseguire a sinistra sempre su via Recagno. Superare la Coop e imboccare in salita via della Pace. Seguire sempre via della Pace in salita superando il cimitero e alcuni tornanti. Giunti ad un tratto pianeggiante proseguire sempre dritti, oltrepassando un campeggio sulla destra, su via Schivà. Proseguire in leggerissima salita sempre su via Schivà, che diventa via al Ponte. Superare un ponte subito dopo una secca svolta a sinistra e imboccare diritti in salita via Arma. Dopo pochi metri di salita svoltare a sinistra in leggera discesa imboccando via Pietro Pesce (WP3), pochi metri e questa diventa via Falcone, da seguire fino alla tensostruttura del campo sportivo. Subito dopo si arriva ad un incrocio, tenendosi sulla destra imboccare la stretta via che ci si trova di fronte in leggera discesa, via al Deserto. Al primo incorcio (WP4) proseguire diritti in discesa. Seguire sempre la strada asfaltata, superando un primo guado, poi un secondo e un ponte a schiena d’asino. Con una ripida salita si giunge ad un convento, superarlo e proseguire sempre sulla via principale fino a giungere al passo del Muraglione (WP5). Svoltare a destra in salita, superare il cimitero e all’incrocio successivo (WP6) proseguire diritti su via Faie. In breve si giunge alla chiesa di faie (acqua) (WP7). Proseguire diritti e dopo due tornanti la strada diventa sterrata. Seguire sempre lo sterrato principale (ben visibile) e giungere al rifugio Pratorotondo (WP8) (Tel010-9133578). Da qui imboccare l’evidente sterrata sulla destra (segnavia AV) che prima in leggera salita, poi in piano conduce ad un passo (WP9). Svoltare a sinistra in salita, sempre seguendo il segnavia AV, in breve si entra in un bosco dove bisogna spingere la bici, si prosegue fino ad una radura e poi nuovamente nel bosco in discesa.

Si prosegue per ampi prati, sempre diritti seguendo lo spartiacque ed il segnavia AV fino a giungere al rifugio Argentea (non custodito, ma con un locale invernale sempre aperto). Prendere la sterrata che scende verso nord est e dopo 100 metri abbandonarla (WP10) seguendo il segnavia bianco MMA, che con un lunghissimo traverso in costa in leggera discesa porta fino al riparo e alla vasca dell’acqua per l’elicottero antincendio del passo della Gava. Costeggiare la vasca dell’acqua sulla gippabile per pochi metri, poi prendere il sentiero sulla destra che costeggia la recinzione, ripido tornante in discesa (difficilmente ciclabile), guadare il torrentello e seguire il sentiero. Proseguire lungo il sentiero, al 5 tornante verso sinistra ignorare il sentiero a destra e proseguire a sinistra in piano. Superare diversi guadi e in leggera discesa giungere fino ad un grosso gruppo roccioso con scritto “GRUPPO” in bianco. Evitare il sentiero che va a sinistra in leggera salita e proseguire su quello di destra in discesa. In breve si giunge ad un bivio, proseguire diritti in piano, subito dopo il sentiero si allarga e diventa una strada. Superati alcuni devi acqua si arriva ad un bivio segnalato con un cartello di legno (WP11), prendere a destra in discesa il sentiero che porta al ponte Negrone (indicazioni sul cartello).

Alta Via

Scendere due tornanti, attraversare ignorandolo un sentiero che arriva da destra (WP12) e proseguire diritti in discesa sempre seguendo le indicazioni per il ponte Negrone. Alcuni stretti tornanti portano in breve al sentiero di accesso al ponte. Prendere il sentiero dirigendosi verso valle, superare due ponticelli e nei pressi di un piccolo prato svoltare a destra abbandonando il sentiero più battuto (WP13). Proseguire in discesa nella fitta macchia, costeggiare una cascina e attraversare il rio Leone su un ponticello di legno. Sul versante opposto seguire il sentiero sempre verso valle. Si attraversano delle radure e si giunge ad una strada sterrata (WP14), imboccarla in discesa, arrivare all’asfalto nei pressi di un tornante, proseguire in discesa, attraversare nuovamente il torrente su un ponte, breve strappo in salita e ci si trova in breve nella zona industriale. Al bivio (WP15) svoltare a destra in discesa, pochi metri e si passa su un altro ponte subito dopo il quale si svolta a sinistra (WP16). Al bivio successivo (WP17) ancora a sinistra, poche centinaia di metri, si costeggia una vecchia fabbrica e ci si ritrova sull’Aurelia (WP18). Attraversare l’Aurelia e sulla sinistra si ritorna al parcheggio del campo di calcio.

2017  www.mtbsanremo.it   globbersthemes joomla template