logotype
29 -March -2017 - 01:35

Monte Grammondo-Mentone

Mt.Grammondo (Ventimiglia)-Mentone (Fr)

Stato : Italia (Liguria)-Francia
Partenza : Latte di Ventimiglia
Arrivo : Mentone (Fr)
Km : 34 (più 4 Km di Aurelia per tornare a Latte)
Tipo : all-mountain
difficoltà tecnica : molto alta
impegno fisico : molto elevato
dislivello : 1.716 m
altezza max raggiunta : 1277 m
Periodo consigliato : aprile-settembre

TRACCIA GPS: download GPX file

FOTOGALLERY: download fotogallery

DESCRIZIONE : Giro altamente panoramico sulle pendici delle Alpi Marittime più vicine al mare. Percorso che parte da Latte di Ventimiglia e percorrendo la risalita al Mt. Grammondo dal versante italiano, giunge in territorio francese per finire nella cittadina di Mentone. Il rientro è per via Aurelia (4 Km).
L'intero percorso, sia in salita che in discesa, è altamente impegnativo e consigliabile pertanto a chi è dotato di buona esperienza e notevoli capacità tecniche!!!
Partire con almeno 3 litri d'acqua. Munirsi anche di pazienza in quanto la tratta dal Col St. Bernard al Col de Berceau è da percorrere totalmente con bici al fianco. Sicuramente gli scorsi panoramici ripagheranno le fatiche.

ROADBOOK : Parcheggiata l'auto a Latte di Ventimiglia, nel parcheggio retrostante i negozi della "curva", incominciare a pedalare verso l'interno sulla strada che conduce a Villatella. Giunti nella frazione di S. Antonio , seguire la strada a sinistra sempre direzione Villatella.
Prima dell'abitato di Villatella, prendere sulla destra (Km 6,050) la strada che scende seguendo le indicazioni del cartello giallo per il Mt. Grammondo.
Al primo bivio prendere la sterrata a sinistra e al secondo, in corrispondenza di un pino solitario (Km 8,125),continuare a sinistra sulla sterrata che sale e che arriva da Bevera.
Percorrere tutta la lunga ascesa e in corrispondenza di un pianetto (1277 m s.l.m.)(Km 17,650), tra gli alberi, dopo una meritata sosta(G.P.M.), cominciare a scendere per la strada a destra che se percorsa tutta, porterebbe a Olivetta, attraverso un bel singletrack.
Questo itinerario, invece, prosegue, dopo 300 m verso sinistra(Km 17,980) ,entrando in Francia.
La sterrata scende alla Colla Bassa, e da li prendere il sentiero sulla destra che porta al Col du Razet. Percorrere questo bellissimo sentiero fino al Col du Raze(Km 19,850), da dove, sulla sinistra parte un altro magnifico singletrack che conduce al Col di St. Bernard(Km 23,110). E' una discesa veramente bella,caratterizzata da tratti di sottobosco molto scorrevoli alternati a tratti più tecnici con pietre spesso smosse e scalini in pietra , comunque ciclabili da bikers con una certa esperienza.
Giunti alla cappella di S. Bernard inizia il "calvario". Dopo un primo tratto di dura salita,tra una fattoria (dove è possibile reperire acqua) comincia il tratto con la "croce " in spalla che dura all'incirca 1 ora e venti, per raggiungere il Col de Berceau(Km 25,710), un anfiteatro panoramico su Mentone, all'intertno di una pineta. Il sentiero a scendere è da veri "iron bikers", molto pendente, sdrucciolevole, aspro, non mancano i sassi mossi e gli scalini da fare a piedi. E se non fosse per il panorama, verrebe voglia di desistere. Tutta la restante parte di discesa, fino a ridosso di Menton, è comunque impegnativa e, spesso rischiosa.
Dal Col de Berceau, seguire la traccia sempre marcata da segni bianchi-rossi del GR 52.
Attenzione alla forte pendenza e al fondo sdrucciolevole, che spesso mette la ruota posteriore di traverso. La traccia viaggia all'interno di una conca rocciosa e conduce al Plan du Lion, una pianura erbosa, dalla quale riparte una traccia sempre impegnativa, da percorrere a tratti a piedi e che conduce alla Grande de St. Paul. Le difficoltà non sono ancora finite : un altro sentiero di fronte alla sterrata incontrata, porta sull'asfalto(Km 29,740) che conduce a Mentone.


2017  www.mtbsanremo.it   globbersthemes joomla template